Log in

A+ A A-

Al di là dei sogni

In evidenza Al di là dei sogni

Ciao! Siamo giunti all'epilogo di un calvario durato 10 anni, ma la felicità si può trovare anche negli attimi più tenebrosi, se solo uno si ricorda di accendere la luce. Ed è questo che ho sempre cercato di fare in questi lunghi, lunghissimi 10 anni. Ricordarmi sempre, ogni giorno, ogni minuto ed ogni istante, di tenere accesa quella luce, quella speranza che S.Marinella e S.Severa potessero essere diverse. Ho lottato con tutte le mie forze, ci ho messo tutto me stesso, anima e corpo, ed ora siamo a tre settimane dal voto. Finalmente siamo chiamati a dire BASTA con questo assordante nulla. Mi scorrono davanti tutte le azioni che in questi anni ho messo in piedi, ripenso all'applicazione Mondezza2.0 dove i cittadini potevano segnalare le situazioni di criticità sul territorio, facendole arrivare direttamente agli enti preposti. Mi torna alla mente ByblioPirgy quando riuscii a mettere in piedi una biblioteca per tutti i cittadini direttamente via internet.

Ripenso alla battaglia sul bilancio, oggi mi viene da sorridere pensando al putiferio che si scatenò quando portai alla luce alcune situazione finanziare un tantino complesse. E quando dissero che ero il solito rimpiscatole mezzo pazzo perchè nel 2016! andavo dicendo che ci avrebbero ammanettato con il bando sulla differenziata. E non parliamo poi delle lotte sul famigerato fondo si solidarietà.

Le denunce alla corte dei conti la lotta al fianco dei lavoratori della multiservizi gli esposti contro la gestione assurda dell'isola ecologica Le interrogazioni scritte insieme ad Andrea Bianchi sulle varie tematiche. S.Marinella Sicura  La gestione informatica - Quella sull'edilizia scolastica- Sul cimitero comunale  La denuncia che ha portato le nostre scuole all'attenzione nazionale  -  Tante, tantissime altre azioni ed iniziative sempre con l'intento di tenere accesa la luce della speranza. Ora finalmente andremo al voto ed ovviamente ci DEVO mettere la faccia perchè al di là delle nostre capacità, dimostriamo chi siamo veramente con le nostre scelte. Non posso, non voglio e non devo tirarmi indietro. A settembre sono stato eletto segretario del Partito Democratico e mi sono ritrovato a costruire un progetto politico per la città che fosse il più possibile condiviso, che potesse essere inclusivo e sopratutto dotato di una visione diversa da quella che la città ha dovuto subire in questi dieci anni. Ovviamente gli elementi li avevamo tutti, in questi anni tanto, tanto lavoro, studio, documenti, delibere, determine, leggi, etc.. Sapevo che la situazione era drammatica e quindi con il gruppo PD abbiamo iniziato a pensare da prima a come risolvere i problemi e verificare quali fossero le strade praticabili e poi a chi poter candidare come Sindaco. Ricordo ancora quando un militante del PD durante una riunione, davanti ai dati di S.Marinella allargò le braccia e ironicamente disse: " Haooo ma candiamo er mago Silvan! solo lui ce pò sarvà!"

Alla fine invece di pensare ad un nome abbiamo iniziato a mettere su carta le caratteristiche necessarie che questo ipotetico Sindaco doveva avere: Competenza, profonda conoscenza della macchina amministrativa e burocratica, ottimo conoscitore delle leggi in genere ed in particolare di quelle relative agli enti locali, che sapesse immediatamente come reagire, ma sopra tutto che fosse garante di un profilo internazionale per far uscire la città dalla ghettizzazione provinciale di dormitorio romano. La scelta alla fine è caduta sull'Avvocato Pietro Tidei perchè abbiamo ritenuto che fosse la persona dotata di tutte queste qualità. Ricordo ancora quando gli chiedemmo di candidarsi e ci rispose che non ci pensava proprio. Abbiamo insistito ed alla fine da prima ha accettato e subito dopo è partito a razzo a lavorare insieme a noi sul programma che in buona parte avevamo già redatto e che ha arricchito con la sua esperienza e capacità tecnica.

E quindi pronti e via! Apriti cielo! credo che le litigate tra me è Tidei rimarranno nella storia! ma attenzione io le definisco litigate ma in realtà erano e sono confronti, spigolosi, ruvidi a volte duri. Quei confronti che ti fanno tirare fino a tardi a girare e rigirare concetti, dati, soluzioni, fino a quando non si trova la soluzione. Insomma un lavoro stancante e duro ma assolutamente meraviglioso. Ed una sera ti rendi conto mentre torni a casa tardi ben sapendo che la mattina dopo la sveglia suonerà comunque alle 6.00 perchè c'è da andare a lavorare, che l'entusiasmo cresce. Sempre più persone si avvicinavano, chi voleva entrare nel PD, chi voleva creare una sua lista civica, tutti che ci mettono l'anima e tu che sei li e senti la responsabilità di tutta quella gente che crede nel progetto, non è semplice fare il segretario sapete. Ed allora reagisci alla fatica un pò come faceva tuo padre quando a Perazzeta si caricava le ceste di garofani dandosi la voce da solo "Eeee Ho!! su!" e via a camminare verso la baracca dove si dovevano ammazzettare. Di momenti ce ne sono stati veramente tanti, in alcuni ti sentivi terribilmente solo, ma la determinazione non è mai mancata. Ed ora tra tre settimane sarà il momento della verità. Ho scelto! si ho scelto di candidarmi alla carica di consigliere comunale perchè so quanti e quali sono i problemi della città, sono dieci anni che ci lavoro sopra. Conosco le criticità e le soluzioni alle stesse che abbiamo condiviso ed inserito nel nostro programma. Se ritieni che il mio impegno meriti fiducia, se credi che queste battaglie siano giuste, se pensi che le soluzioni siano corrette per la nostra città, allora ti chiedo di votarmi. Ma sia chiaro! non ci sono promesse, o meglio una promessa c'è, cioè quella che non vi prometto NULLA! ma proprio NIENTE! Ho sempre odiato chi fà politica e dice TI PROMETTO CHE... ma prometti cosa? e se poi non riesci a mantenere le tue promesse? Bella figura di cacca che fai! e la delusione che dai alle persone? Allora sono convinto che l'unica cosa che puoi mettere sul tavolo del dibattito politico è una ed una soltanto. Il tuo impegno al massimo delle possibilità, per realizzare quello che proponi nel programma. Questa città ha bisogno di ripartire su tre linee guida. Risanamento del bilancio, sistemazione di quello che non funziona e poi lo sviluppo. Cose semplici, un pezzetto alla volta, per riportare la città al posto che merita e farla diventare quel che deve essere, cioè: 

LA PERLA DEL TIRRENO. 

Ultima modifica ilGiovedì, 17 Maggio 2018 16:27
Partly Cloudy

13°C

Santa Marinella

Partly Cloudy

Humidity: 31%

Wind: 20.92 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 7°C
  • Mostly Sunny
    25 Mar 2016 14°C 8°C

Questo sito utilizza i cookie's a fini statistici. Secondo la normativa Europea puoi decidere se accettare o meno i cookie's. Privacy